Educazione e natura: contesti, metodologie e apprendimenti

CORSO INTERUNIVERSITARIO CONGIUNTO CON L'UNIVERSITA' DELLA VALLE D'AOSTA E L'UNIVERSITA' DI MODENA E REGGIO EMILIA

Il tema della cosiddetta educazione naturale (educazione all’aperto, outdoor education, outdoor learning,…) attraversa da tempo la riflessione culturale e, nello specifico, pedagogica. Oggi sono noti gli esempi provenienti dai paesi del Nord Europa, in cui il rapporto tra scuola e natura si concretizza innanzitutto nelle esperienze delle forest school, ma anche in proposte meno radicali, quali quelle delle classi all’aperto, realizzate in un piccolo cortile, un giardino, un angolo di un campo da gioco.

Queste esperienze e diversi studi mostrano come l'educazione naturale sia una modalità innovativa per lo sviluppo di numerosi apprendimenti, molti dei quali strettamente correlati alle competenze chiave europee (2006/962/CE): competenze civiche e sociali che si possono sviluppare nell’incontro con l’ambiente e quanti lo abitano; consapevolezza ed espressione culturale che si poggiano sullo sviluppo cognitivo ed emotivo e sulla possibilità di vivere esperienze globali; spirito d’iniziativa e intraprendenza che si amplificano nell’opportunità di messa alla prova e di problem solving che spazi non strutturati e ricchi di elementi sfidanti offrono; competenze in campo scientifico e tecnologico, che hanno come presupposto esplicitamente citato la conoscenza del mondo naturale.
Obiettivi generali del corso sono promuovere competenze specialistiche nel campo dell’educazione naturale essenziali sia per formare il personale di servizi educativi e scolastici impegnati a ripensare contesti di apprendimento ricchi e complessi nei quali educare i bambini, sia per attivare nuovi servizi educativi.